Visualizzazioni totali

Follow by Email

venerdì 11 gennaio 2013

Da febbraio a gennaio, eh sì, ci può stare

Ma io volevo solo capire, le scrisse Marco.
Eppure lei non rispose.
(Anna permalosa)
Così lui fece delle ipotesi.

Pensò alla luna, e al proprio lato oscuro,
ai tanti sogni infranti contro un muro
a parole private
usate come un tormentone,
pezzi di pizza insieme, stralci di canzone
occhi come lame
per affettare il nulla
e finalmente, dal nero d'illusione
il senso di una culla
e di una nuova stagione,
per cambiare vita e pelle.
Marco pensò, con ragione
ha trovato la strada per le stelle.

12 commenti:

  1. Oh che bella!!! Che bella sensazione!E' una storia vera, vero? Cioè, Marco e Anna hanno trovato il senso? Gran cosa, gran cosa davvero!

    RispondiElimina
  2. E' una storia vera, solo che il senso l'hanno trovato dopo molti anni, e ognuno per conto suo ... :)

    RispondiElimina
  3. Oh, oh... non so se questa tua ha il tono di un'amara constatazione o se ha il tono di una constatazione serena. E' amara o serena? :(

    RispondiElimina
  4. non lo so bene neanche io, in realtà ... però, dai, serena (credo) :)

    RispondiElimina
  5. "occhi come lame/ per affettare il nulla"
    a me non pare tanto serena...
    m.

    RispondiElimina
  6. Quello non era affatto sereno, hai ragione, ma faceva parte del percorso, che è stato lungo e tortuoso. L'approdo è sereno, verso le stelle. A ripensarci, potevo intitolare questa cosa "per aspera ad astra", originale. Come un'Opel.

    RispondiElimina
  7. "per aspera ad astra": come suonano bene queste parole... ci potresti scrivere il testo di una canzone, una di quelle che sapevi far suonare tu. Che dici? Bax

    RispondiElimina
  8. sai che battiato nel suo ultimo album le usa in una bellissima canzone? Come quelle che "sapevo" far suonare io ... hai fatto bene ad usare l'imperfetto, che è il mio tempo preferito ...

    Ed a tutt'oggi non ho capito
    se fu opportuno, se fu corretto
    sprecare tempo mettendo in conto
    che il miglior tempo è l'imperfetto

    Appunto. E appuntamento al prossimo febbraio.

    RispondiElimina
  9. E qui si cita anche il tempo sprecato: quanti cerchi si chiudono in una frase sola?
    Se vuoi sapere come la vedo io, il punto è riuscire a mettersi d'impegno oggi per creare il "perfetto" imperfetto di domani: il senso della nuova stagione lo partorisce la vecchia, mentre muore. O dal tuo divano è tutto più chiaro che qui? bax doppi

    RispondiElimina
  10. una crittografia: giorno inutile, 2+4=6

    Dì vano " Divano

    (tratta da Appunti di un venditore di donne, di Faletti, che in questi giorni mi accompagna sul divano)

    "Lo partorisce la vecchia mentre muore" (?!)

    RispondiElimina
  11. la vecchia stagione. Non dovrei scrivere alle due di notte...

    RispondiElimina