Visualizzazioni totali

Follow by Email

giovedì 14 marzo 2013

Ci vorrebbe un amico

E' frequente ricordare gli amori della propria vita.
Catalogarli, provare a giustificarli, a riviverli, come in Alta fedeltà di N. Hornby.
E cercare di averne degli altri, di conquistare ancora l'amore di una persona.
Almeno in sogno.
Eppure l'amicizia non è un sentimento ugualmente intenso e importante?
Ma nessuno, credo, abbia mai catalogato i propri amici.
Almeno prima di facebook, ma questo è un altro discorso.
E, soprattutto, tutti abbiamo fatto sogni erotici.
Ma chi ha mai sognato di aver trovato un nuovo amico?

L'elenco dei miei amori è breve, ed è giusto così.
Non avrei voluto averlo più lungo.
L'elenco.

Non so invece elencare chi siano stati i miei amici veri.
Forse del tempo della scuola, dell'infanzia, ma la distanza inganna.
Un collega non è un amico, è solo un'occasione di amicizia.
Mi piacerebbe avere oggi una persona della quale sentirmi davvero amico.
Quegli amici veri delle canzoni di Mogol, cantate da Battisti e Cocciante.
Uno per cui dividere una montagna, andare a piedi a Bologna.
Un amico che ci vorrebbe per dimenticare tutto il male.
Ma al giorno d'oggi, con questa frenesia, con questa mancanza di fiducia ...

Allora Venditti lo si può parafrasare anche in altro modo.
Amici mai.

1 commento:

  1. Io avevo smesso di crederci da piccola, all'amicizia in genere, perchè mia madre mi aveva detto di non fidarmi degli amici (mia madre è un po' questo, in sintesi). Poi mi sono stufata e ho cominciato a crederci. Però non l'ho mai trovata, non quella vera che mi sarebbe piaciuto conoscere, della quale parli, quella delle canzoni di Battisti insomma. Però me ne frego e continuo a cercarla. Il più delle volte vengo fraintesa, altre non riesco ancora a fidarmi... insomma gli ostacoli sono infiniti e disseminati ovunque. Ma tanto io, prima o poi ce la faccio lo stesso.

    RispondiElimina